Nvidia ShadowPlay vs Fraps



Recentemente, per un progetto da fare con amici, mi son interessato ai programmi di screen capturing. Per chi non li conosce, son quelli che permettono ai cinnazzi di registrare le partite a CoD per poi caricarle su Youtube al grido di “Guardate come ho fraggato quel niubbo!”.

Da bravo barbone che non sono altro, prima ho cercato qualche soluzione open-source. Con risultati deludenti. Fra i programmi free non ce ne è uno decente. Dopo un’intera estate passata a rifletterci su, alla fine mi decido e scelgo di comprare Fraps.
Non è professionale come Dxtory, ma, per quello che devo fare, Fraps basta e avanza.

Però, pochi giorni fa Nvidia ha fatto uscire un nuovo update per le sue schede video. Ma, questo update contiene anche la beta di ShadowPlay, disponibile per le schede dalla serie 600 in su. E dato che io ho una EVGA GTX760 ho gioito e bestemmiato contemporaneamente.
Ero felice perché potevo provare la nuova soluzione di screen capturing di Nvidia, dall’altra ho pensato che -forse- avevo speso 27 sbleuri per l’anima del cazzo.
Ma Nvidia ShadowPlay vale la non-spesa?
Beh, ma la spesa c’è lo stesso. La scheda video la si compra, mica te la regalano. Ma se te la regalano?
Vabbé, ci siam capiti.

Nel video sopra ho preparato un rapido confronto. Ma devo fare alcune precisazioni. Ho effettuato registrazioni a framerate differenti per due motivi:
1_ Non si può ancora scegliere -manualmente- il framerate di registrazione, solo dei pre-set scelti da Nvidia.
2_ Tanto su Youtube i video vengo riprodotti a 29,97fps. Che tu lo voglia o no.

Per questo tipo di programmi, ci son solo tre fattori a cui prestare attenzione:

Prestazioni: quanto influiscono sulle prestazioni di gioco? Beh, Fraps richiede molte più risorse rispetto a ShadowPlay. Si vede quando parte, perché anche un behemot come il mio desktop inizia a scaldarsi leggermente. ShadowPlay è effettivamente leggerissimo, ma sembra che ogni tanto provochi dei microstutter, non registrati dal video comunque.

Opzioni: ShadowPlay è ancora molto carente da questo lato. Pre-sets ovunque e pochissime opzioni manuali. Fraps vince sicuramente da questo punto di vista. Ricordo che ShadowPlay è alla sua prima beta pubblica, quindi ha ancora ampi margini di miglioramento.

Video: Sui video c’è un pareggio. ShadowPlay produce dei video compressi, quindi occupano non troppo spazio sul hdd. Ma la compressione li rende “peggiori”. Più artefatti, blur un po’ ovunque e talvolta i video scattano senza apparente motivo. Fraps produce dei video di qualità migliore, ma sono estremamente pesanti. 2 minuti di video a 1080p@29.97fps pesano circa 4GB. Insomma, non una cosa proprio easy.

Quindi, qual è il verdetto? Non c’è nessun verdetto.
ShadowPlay è ancora in beta. Può, e sicuramente, migliorerà. Potrebbe rappresentare un importante strumento per il settore amatoriale. Ma, così per pura impressione viscerale, non diventerà mai uno strumento professionale.

Licenza Creative Commons
Quest’ opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Lascia pure un Commento. Tanto non li leggo.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: